English Slovensko Italiano

Località - canyon

Usiamo i percorsi canyon a Bovec (Plezzo)

1. La torrente Sušec

  • Complessità: facile
    Accesso: 30 minuti a piedi
    Orario visite: mattinata e pomeriggio

    Le gole del torrente Sušec si situano a 7 km da Bovec (Plezzo) verso Kobarid (Capporetto), poco prima del villaggio di Srpenica (Serpenizza). Un canyon facile, adatto per l'apprendimento delle tecniche di corda. È stato creato dalla natura sul pendio del monte Kobariški stol (M.te Stol). Per accedere alla parte superiore del canyon si deve passare per la vecchia mulattiera italiana.

    L'acqua ha scolpito nel calcare delle gole bellissime con molte cascate, che a volte assomigliano a veri e propri scivoli. Attraverso la maggior parte delle cascate nel canyon si può scivolare giù, su altre invece, ci si deve tuffare o calare su corda. La parte più avventurosa a Sušec è sicuramente la cascata di 7 m, da dove si scivola in una fossa che sembra senza uscita.

    Oltre alla bellezza della natura e un sacco di adrenalina, è possibile vedere anche i resti dei percorsi, riserve d'acqua e la funivia della prima guerra mondiale.

2. Il torrente Fratarica

  • Complessità: difficoltà media
    Accesso: 30 minuti a piedi su un sentiero di montagna
    Orario visite: mattinata e pomeriggio

    Il canyon si trova nelle pareti di Loška stena, a 10 km da Bovec (Plezzo) verso la confine di Predel (Predil), di fronte al villaggio Log pod Mangartom (Bretto).

    La discesa richiede anche calate su corda in tre parti del percorso. Le altre cascate, alte da 2 a 7m, possono essere superate sui cosiddetti toboga (scivoli naturali) o con tuffi.

    Il canyon è a livello medio, principalmente per l'uso obbligatorio delle corde. In alternativa, si può ritirare dal canyon quasi ovunque e in più, il cammino da una cascata aall’altra non è difficile.

3. La torrente Predilnica - fino alla valanga

  • Complessità: difficoltà media
    Accesso: con l'automobile
    Orario visite: mattinata e pomeriggio

    Nel novembre del 2000, una potente valanga, scesa dal pendio del monte Mangart e direttasi lungo l'alveo dei torrenti Mangart e Predilnica, ha preso diverse vite e distrutto una parte del villaggio Log pod Mangartom (Bretto). Ha distrutto anche la parte inferiore del canyon Predilnice.

    Il canyon è conosciuto per i suoi bellissimi tonfani color smeraldo. Anche qui ci aspettano delle discese sui toboga, alcuni tuffi e calate su corda. Il più alto è l'ultimo (cca. 30m), che ci porta proprio ai resti della valanga. Da qui dobbiamo risalire fino alla strada (20min) che conduce alla frontiera.

4. Globoški potok

  • Complessità: difficile
    Accesso: da 40 a 60 minuti a piedi
    Orario visite: mattinata, perché dura più ore

    Se, a metà strada, dal paese Žaga (Saga) al confine Učja (Uccea), guardiamo all'altro lato della valle, possiamo osservare una cascata tripla del torrente Globoški potok di all'incirca 80m.

In una bella giornata, la cascata soleggiata rappresenta la conclusione del canyon, dove abbiamo un bel paio di calate su corda. Questo canyon è un po' diverso dagli altri perché si trova sul pendio soleggiato e, se fa bel tempo, è insolitamente caldo in comparazione ad altri canyon sloveni.

Copyright © 2016 - Adriaction, All Rights Reserved   |   I Cookie

Telefono: +386(0)51334361          E-mail: info@adriaction.com